• Interna1
  • Interna2

Al Politecnico si punta sul valore salutistico degli alimenti.

Al Politecnico di Bari si parla di tecnologia e innovazione al servizio della qualità dei nostri prodotti alimentari: “Perform Tech – Puglia Emerging Food Technology” è il progetto presentato dall’Università degli Studi di Bari per proporre un’estrazione dei prodotti agroalimentari che preservi la salubrità di quest’ultimi, con notevoli risvolti benefici sulla salute dei consumatori.

Perform Tech apre le porte ad una filiera moderna per i prodotti agroalimentari delle nostre tavole, che sceglie di partire da un’ estrazione non invasiva del frutto; affidandosi alle tecnologie emergenti come gli ultrasuoni, i campi elettrici pulsanti e le microonde.

Focus particolare dell’intervento innovatore di Perform Tech riguarda l’olio extravergine di oliva: il principe degli ingrediente della nostra tavola e della dieta mediterranea giungerà a noi consumatori integro nelle sue proprietà nutrizionali che, grazie all’impego delle suddette tecnologie, non verrebbe privato di quelle sostanze preziose per il nostro organismo. Per questo il Professor Riccardo Amirante, che ha guidato l’unità di ricerca e presentato il progetto, ritiene che le tecnologie emergenti applicate alla trasformazione dell’olio extravergine di oliva possano garantire il “valore salutistico” del prodotto. Un prodotto sostanzialmente nuovo nel modo in cui arriva nelle nostre tavole sano e integro delle sue originali virtù salutistiche: è questo l’intento di assicurare la genuinità di un tempo dei prodotti con l’utilizzo della tecnica più all’avanguardia.

© 2016, Roberto Caffo. All rights reserved. fonte